Ordine Monastico Spirituale dei Monaci Ashrama

Ente Confessionale di religione e di culto

Ordine Monastico degli Ashrama
Seleziona una pagina

Monachesimo degli Ashrama

Il monachesimo dei Monaci Ashrama è un Ordine Monastico Spirituale quale Ente Confessionale di religione e di culto con una visione votata verso l’universalità inter-religiosa, fondato da Janma Siddha Jagadguru , Sua Santità Rev.ma Eminentissima , Sua Grazia e Beatitudine Ji Sri Swami Dikshananda..

Il monachesimo degli Ashrama segue il lume d’Oriente come il motto adottato “Ex Oriente Lux”

Il monachesimo degli Ashrama il cui significato indica il vivere i quattro stadi della vita, ovvero:

1) Bramacharya (studio e castità)

2) Grihastha (capo famiglia)

3) Vanaprastha (ritiro e contemplazione)

4) Sannyasa (liberazione spirituale)

Il primo stadio di vita e quello del Bramacharya. Durante il quale il giovane discepolo deve vivere come uno studente religioso nell’Ashram con un maestro spirituale (come un seminarista)

Poi viene il Grhiastha , in cui uno fa l’esperienza della vita di famiglia.

Poi viene la fase del Vanaprastha, uno che si deve ritirare dal mondo e vivere con la moglie – ma deve dedicarsi alla lettura dei testi sacri (gli Aranyaka e alla meditazione.

Ma questa fase può essere solo la preparazione, il preludio, a un quarto stadio, quello del Sannyasa, un rinunciante nel senso più stretto della parola.

E’ chiesto al Monaco Ashrama di vivere una vita nella prosperità e nella pienezza

I principi, le (Massime) dei Monaci sono:

1) Il desiderio di conquista e di possesso rende le persone infelici. Per raggiungere la felicità bisogna liberarsi dal desiderio.

2)Gli uomini sono come i rami e le foglie di un unico albero.

3) I traguardi più importanti che ogni persona è chiamata a raggiungere sono; conoscere il proprio (Io) aprirsi all’amore, impegnarsi a servizio della vita.

4) Ogni creatura è un frammento di Dio.

5) Il vero adoratore di Dio non è mai disposto verso nessuno; e benigno e misericordioso; è libero dall’egoismo, misurato nella gioia e nel dolore; e paziente, padrone di sé; è rivolto decisamente a Dio, con tutto l’animo e l’intelletto; è libero dell’ira, dalla paura e dall’agitazione; non conosce attese ansiose; e sereno, senza affanni…..si comporta in modo uguale verso l’amico e verso il nemico; considera Dio lo scopo più alto della sua vita.

Contatti

Per qualsiasi informazione potete contattarci e saremo lieti di rispondere alle vostre domande

× Contattami